Stomaco.

Come quando vorresti alzarti dal letto e la morsa sotto il seno ti toglie il respiro. Sei tesa, stanca, e su quel cuscino stringi gli occhi a ogni colpo, come un martello che batte sul chiodo, per mani e piedi in croce. Non riesco a toglierti da quel letto che in un attimo diventa il letto di altri tempi, di altra gente, di altra rabbia. E lo stomaco fa male a me. No, su quel letto ora devi solo giocare, sorridere, amare! Ti prendo in braccio. Ti cullo. E la morsa si allenta..

Annunci